Ho deciso, quest’anno mi sposo… se ci riesco!

Quando i preparativi per il tuo matrimonio si rivelano più difficili che piacevoli, quando si sa cosa si desidera, ma non si sa da dove iniziare, la scelta migliore è farsi prendere per mano e affidarsi agli esperti de Il Bosco degli Eventi.

 

Che cosa sognavo? Non posso dirlo, perché un desiderio svelato non si avvera più e, dopo tutto…

Dopo tutto, il più delle volte, anche solo pensare di affidare a qualcun altro la realizzazione del proprio matrimonio, il nostro sogno più bello, e la gestione di uno dei giorni più importanti della propria vita, spaventa e solleva perplessità. Del resto, è fatta di sostanza unica e delicata la fantasia, e va trattata con rispetto e cura; in caso contrario il rischio è che tutto si frantumi in appuntite disillusioni e non c’è cosa peggiore che scontrarsi con una realtà tutt’altro che romantica -cosa che, purtroppo, avviene non di rado-.

 

La realizzazione del matrimonio perfetto è considerata, infatti, quasi una chimera, eppure ogni fanciulla in età da marito ci spera, e a buon diritto. Allora, che il sogno abbia inizio, sotto a chi tocca!

Non c’è ragione perché non venga anche tu, se finisci in tempo tutte le faccende e se troverai il vestito adatto da mettere…

La matrigna cattiva e il suo diktat mettono in guardia: Ho detto “se”

Sì, perché andare incontro al sogno di un matrimonio da favola è un’avventura non avara di “ma”, “forse”, “però” e di ancor più temuti “se”.

Tuttavia ogni donna, nessuna esclusa, spinta dall’eccitazione di dar vita pian piano a un matrimonio che sia davvero a sua immagine e somiglianza, è certa che ci riuscirà, che riuscirà a far tutto, e tutto anche da sola…

Le faccende? Le finirò, lo prometto.
Il vestito adatto da mettere? Lo troverò non dubitate!

 

Poi però, il tempo scorre veloce, la casa, il lavoro, gli impegni, tutto procede a ritmo frenetico e incalzante mentre si cerca di stare al passo per organizzare in modo perfetto il proprio matrimonio e nel frattempo ci si ritaglia attimi fugaci in cui pensare a cosa, come, dove, quando, quanto…

Così, anche rimodernare il vecchio abito della mamma può rivelarsi un’impresa più romantica che pratica, trucco e parrucco non si possono improvvisare, la carrozza con i bianchi destrieri, così su due piedi, può diventar cosa difficile ed è allora che sopraggiunge il crollo psicotico.
Non posso più sperare, non spero più, non posso più credere a nulla.

Si chiamano aspettative frustrate e, come un anatema senza scampo, quasi sempre si presentano accompagnate da sfacciati “Se solo avessi pensato prima che…”, “Se solo avessi optato per…” Se solo avessi saputo che…”.

 

Qualche esempio meno fiabesco e più realistico? La lista degli invitati che non armonizza come sperato con la disposizione desiderata dei tavoli, i fiori scelti non ci saranno in quel periodo dell’anno, il sacerdote ha tutte le date prescelte impegnate, il corso per fidanzati era caduto nell’oblio, l’iter in Comune non lo si era considerato, per il catering non si sa da dove cominciare, ma forse prima ci sarebbe la location da trovare, bomboniere non banali difficili da scovare, confettata, partecipazioni, musica d’accompagnamento, album fotografico, video ricordo, drone per riprese aeree vorresti non mancassero, il budget sballa e i nervi saltano.

Eh già, ad aver immaginato che sarebbe potuta diventare una corsa a slalom tra ostacoli di varia natura, ad aver pensato che non tutto sarebbe magari andato come prefissato, ad aver preso in considerazione che ci sarebbero potuti essere più compromessi che libere scelte, ad aver sfiorato anche solo l’idea di affidarsi a qualcuno che sapesse muoversi e districarsi nel ginepraio del wedding, forse si sarebbero potuti risparmiare tempo, ansie e tanto stress.

 

Sì, perché non ci saranno altre occasioni e perché rimanga solo il bello e il buono a volte, perché no, è più saggio optare per un wedding planner!

Quindi, topolini e uccellini a parte, perfino quell’inguaribile, speranzosa romantica di Cinderella aveva un asso nella manica.

Non parlerai mica sul serio se davvero tu non credessi più a nulla io non potrei essere qui e invece eccomi. Ma dobbiamo sbrigarci perché anche i prodigi richiedono un po’ di tempo.

Et voilà… Vediamo cara, sei metri di velo, colore del cielo, quest’anno è di moda quaggiù! Eh, c’ho pensato un po’ su, ma vedrai che bijou!

Insomma, fin dalla notte dei tempi, Cinderella insegna: mettere anima e corpo in ciò che si desidera, senza mai demordere, è onorevole, ma accettare un aiuto mirato da chi sa il fatto suo è ancor meglio!

I sogni son desideri di felicità. Tu sogna e spera fermamente, dimentica il presente e il sogno realtà diverrà!

 

Lo Staff de Il Bosco degli Eventi

in collaborazione con

GMB

Tags:
1 Comment
  • Chiara Rusconi

    15 Febbraio 2019at17:47 Rispondi

    Avevo tanti dubbi e tante paure, paura che non sarei mai riuscita ad avere il matrimonio dei miei sogni come lo speravo… Ma poi ho conosciuto Omar e Danila e il loro staff de “Il bosco degli eventi” e mi sono fatta prendere per mano, mi sono affidata a loro e alla loro esperienza e grazie​ a loro posso dire che mai mi sarei immaginata matrimonio più bello e più riuscito! Sono stati in grado di realizzare esattamente tutto quello che sognavo x il nostro giorno più bello! A loro posso solo dire GRAZIE! Grazie che esistano due persone come voi che mi sono state vicine sempre anche nei momenti più duri.

    Vi vogliamo bene!

    Chiara & Fabio

Post a Comment